DOMENICA 5 MAGGIO MONTE CORCHIA DALLA LIZZA DEI TAVOLINI

Proponiamo un itinerario poco frequentato per l’accesso alla vetta del Corchia, itinerario che permette di apprezzare sia una storica via di lizza, sia passaggi impegnativi per l’escursionista. Fra tracce di sentiero e panorami suggestivi, fitti boschi e rocce scabre, scopriamo un versante diverso del Monte Corchia.

La nostra escursione inizia da Levigliani (m.580), paese dell’Alta Versilia facilmente raggiungibile da Seravezza seguendo le indicazioni per Castelnuovo.

Si tratta di una escursione impegnativa sia per il dislivello che per l’impegno fisico richiesto dai continui tratti ripidi e su tracce di sentiero.

Uscendo dal paese ci inoltriamo fra boschi e casette, alcune abbandonate, in mezzo ai castagneti. Un tempo erano gli alpeggi alle pendici del Corchia e qualche mulattiera superstite ci ricorda le tracce di vecchi insediamenti. Raggiungiamo quota 800 m. fra terrazzamenti e boschi, in seguito il sentiero non è molto evidente, ma incontriamo alcuni vecchi ruderi che indicano la traccia da seguire.
Sempre salendo giungiamo alle prime vestigia della vecchia via di lizza (cavi, travi, tubi sepolti nella boscaglia testimoniano quanto intensamente l’attività umana abbia modificato il paesaggio).

Restando nel versante sud-occidentale del Corchia diventa sempre più evidente la traccia della via di lizza, fino al suggestivo e ardito passaggio in galleria. E’ necessario comunque avere dimestichezza con il territorio faticoso delle vie di lizza, alcuni tratti esposti, e il lungo tubo caratterizzano questo tratto dell’escursione.
Successivamente ci si imbatte in alcuni passaggi non banali su roccette. Superiamo un profondo saggio di cava e il panorama si apre e ci si avvia finalmente a raggiungere la cima, dopo aver attraversato l’evidente squarcio della cava dei tavolini.

La cima (m.1677) dovremo raggiungerla dopo circa 4 ore di cammino. La discesa si realizza dalla classica via che ci porta alla foce di Mosceta, passando accanto ai ruderi del Bivacco Lusa-Lanzoni, fino al Rifugio “Del Freo” (m.1180).
Proseguiamo la discesa seguendo il sentiero che porta al Passo dell’Alpino (m.1060). Da qui percorrendo le “Voltoline” si raggiunge la strada asfaltata che arriva nei pressi dell’Antro del Corchia

Accettiamo un massimo di 15 partecipanti.

Dettagli Escursione

  • Ritrovo ore 6:30 in Piazza Oplà ci muoviamo con auto proprie
  • Difficoltà EE: percorso di media lunghezza, presenza di tratti esposti, molti passaggi su tratti rocciosi e terreno impervio
  • Abbigliamento: scarponi alti con battistrada ben scolpito, antivento e guscio sempre al seguito Casco
  • Dislivello: circa 1100 mt
  • Tempi indicativi: h 7 (senza sosta)
  • Pranzo al sacco (si consiglia una buona scorta di acqua)
  • Iscrizione obbligatoria in sede martedì 30/04, dalle 21:30 alle 23:00
  • Direttori: AE Benedetta Barsi cell. 3476210331 e Stefano Rustici 3394601926