Il giorno 27 febbraio, alle ore 21:30, si terrà in sede una riunione preliminare relativa alla

“SETTIMANA ALPINA” 11/18 Luglio 2015
Campitello di Fassa (TN)

Proviamo per la prima volta a organizzare una settimana in montagna con uno sguardo a tutti i nostri soci, e non, di qualsiasi livello.
Abbiamo scelto di pernottare in Albergo a Campitello di Fassa nell’Hotel Enrosadira, 3 stelle, fornito di tutti i confort, aprendo così la possibilità di partecipazione a “tosti”escursionisti, a medi camminatori e a famiglie con bambini e perché no, nonni.
L’hotel ci offre una settimana al prezzo tra i 350/375 €, con trattamento di ½ pensione..
Le possibilità di escursione sono molteplici e di vario livello.

Il programma per il momento è stato scelto per gli escursionisti che possono affrontare 5/6 ore di cammino con dislivelli non troppo onerosi, ma comunque sempre faticosi. Per le escursioni più abbordabili abbiamo pensato di deciderle tutti insieme di girono in giorno a seconda del tempo e delle richieste che ci verranno dai partecipanti.

Escursioni:

A) Da Meida salita in seggiovia al Buffaure 2044 mt. E con il sentierto 613 saliamo al Ciampac passando per Pala Gaighere Sass d’Dam 2430 mt. (Variante per Forcella Neigra 2601) 3 ore. Raggiungendo lo stupendo pianoro dove si gode una vista panoramica a 360° ai piedi de Monte Colac.
La discesa per il sentiero 645 ci porta a Fontanazzo ad una passo da Campitello.
Dislivello in salita circa 600 mt. Con la variante, 500 mt.

B) Da Meida Rif. Soldanella 1410mt. Con il sentiero 615 saliamo al Bivacco Zeni 2100 mt., 2 ore, in una splendida gola di pini mughi, circondata a est dalla Cima Dodici ed a ovest dal Sass Mesdì. Dislivello 700 mt. Da qui si aprono 3 possibilità:

1) attraverso il sentiero 635 scendere alla Baita Monzon 1792 mt., 1 ora e mezzo, dove potrebbe arrivare anche un gruppo di escursionisti medi che salirebbe per il sentiero 603
2) Salita al Passo Vallacia 2400 mt., 2 ore, splendido panorama sulla Val di Fassa e Catinaccio, quindi con il sentiero 624 discesa alla Baita Monzon, 1 ora e mezzo, 2 ore. Dislivello 1000 mt.
3) Dal Bivacco Zeni parte un sentiero attrezzato che in suggestivi passaggi aerei porta al Sass Mesdi, 2450mt.
E qui apriamo una parentesi; non essendoci, almeno per ora, accompagnatori titolati per escursionismo avanzato e ferrate, chi volesse affrontare ferrate lo farebbe a proprio rischio.

C) Da Campitello saliamo per la Val Duron al Rifugio Micheluzzi, 1860 mt., 1 ora e mezzo, quindi per il sentiero 532 per Malga Docoldaura, Passo Duron, all’Alpe di Siusi, rif, TCI, 2 ore, tempo permettendo possiamo andare al Rif. Alpe di Tires a goderci la vista del Denti di Terrarossa.
Ritorno dal Passi Ciregiole per il sentiero 577 sino a Fontanazzo, 3 ore.

D) Saliamo al Rifugio Gardenaccia in navetta, 1900 mt. Per il sentiero 546 saliamo al Rifugio Vaiolet, 2245,mt, 1 ora. Poi sentiero 584 attraverso Passo Principe e Passo Antermoia, 2769 mt., sino all’omonimo Rifugio, 2 ore e mezzo. Dislivello 800 mt. Discesa per il sentiero 580, oppure 577.

Il resto è una pagina da scrivere tutti assieme!

Info:

Ugo 3356241663 – Adriana 3382671602

[foto tratta da: http://it.wikipedia.org/]