Club Alpino Italiano - Sezione di Pistoia

Ciaspolata Doganaccia – Colle Acquamarcia

Domenica 04 Febbraio 2018 appuntamento con la II ciaspolata in calendario: Doganaccia – Colle Acquamarcia – Ritrovo in piazza Oplà alle ore 7 e successivo trasferimento a mezzo auto proprie c/o il parcheggio sottostante l’arrivo della cabinovia Cutigliano-Doganaccia (quota 1553). Indossate le ciaspole, partiremo per l’anello in programma.

Leggi tutto...

Cromatismi d’autunno, Anello val Fegana, foce di Campolino, Alpe Tre Potenze, foce a Giovo

Domenica 22/10/2017 Escursione in Appennino, dove forse, l’unico scenario in grado di contrastare la bellezza della montagna innevata, è quello che si crea durante il
periodo autunnale. Quando la vegetazione si trasforma, dando vita ad un ventaglio di colori che spaziano dal giallo oro al marrone.

Leggi tutto...

Trekking di 2 giorni nella Alta Valle delle Tagliole

In questo trekking di due giorni avremo la possibilità di ammirare una delle zone più alte dell’Appennino Tosco – Emiliano, a cavallo tra le province di Modena e di Lucca. Il percorso si sviluppa quasi interamente all’interno del Parco Regionale del Frignano.

Leggi tutto...

I colori dell’Autunno: Pratorsi – Mandromini – Cancellino

ESCURSIONE DEL 16 OTTOBRE 2016

“I COLORI DELL’AUTUNNO”
Pratorsi-Mandromini-Cancellino

Punto di partenza dell’escursione è l’inizio del sentiero 02 (1100 m.) che si trova 2.5 km prima di arrivare al parcheggio dell’albergo-rifugio di Pratorsi.

Il percorso attraversa un bosco di faggi e piccoli corsi d’acqua fino ad arrivare ad una strada bianca, superato un guado arriviamo a ca’ Selvori (1082 m.) o (Podere Nuovo di Mandromini), nucleo abitativo di notevole fattura che comprendeva stalle e abitazioni di un certo livello, oggi questa fattoria in stato di abbandono è usata come rifugio di fortuna. Il sentiero sale lungo la vallata del torrente Verdiana con alcuni tratti anche ripidi fino a raggiungere, dopo un paio d’ore, il bivio col sent. 20 (1600 m.) e poi il verde passo del Cancellino. Da qui prendiamo il sentiero 00 di cresta che in poco tempo ci porta alla vetta del M. Gennaio (1814 m.).

Dalla cima possiamo godere di un bellissimo panorama che spazia dal Corno alle Scale alle montagne dell’Abetone. Scendiamo poi dalla parte opposta e passando sotto il Poggio delle Ignude arriviamo al Passo della Nevaia (1635 m.). Continuiamo sul sentiero di cresta che procede al limite della faggeta fino a raggiungere il Passo dei Malandrini (1577 m.).

Da qui dopo circa 20 minuti raggiungiamo il Passo della Maceglia, dove un cippo e una croce ricordano i caduti per la Resistenza “14 Luglio 1944” (1430 m.) per poi tornare in località Pratorsi.

RITROVO: Ore 7,00 da Piazza Oplà con mezzi propri

DURATA: Ore 6,00 circa

DIFFICOLTA’: E

DISLIVELLO: Metri 700 circa

DIRETTORE D’ESCURSIONE: A.S.E. Daniele Zini cell.333 6991972

COADIUTORE: A.E. Daniele Buongiovanni cell. 339 2357201

Il ritorno del lupo in Appennino

Incontro pubblico con la ricercatrice Francesca Ciuti, responsabile del Progetto di monitoraggio della specie in Provincia di Pistoia.

L’evento è organizzato da CAI Pistoia, in collaborazione con Castanea Soc. Coop.

[su_box title=”Evento pubblico” style=”soft” box_color=”#158bc9″ radius=”0″]

*** RETTIFICA ***
Prevedendo una buona affluenza, la sede della conferenza è stata spostata

 presso Museo Marino Marini – Palazzo del Tau – Corso S. Fedi,30 (Piazza Garibaldi), Pistoia
26 Gennaio 2016 – ore 21.15

INGRESSO LIBERO

[/su_box]

La serata si propone come momento di approfondimento e di confronto per conoscere il lupo, il suo rapporto con l’uomo e la sua presenza nel territorio della Provincia di Pistoia e nell’Appennino tosco-emiliano

[button-blue url=”http://www.caipistoia.org/wp-content/uploads/2016/01/CAI_PT_26_01_2016_loc..pdf” target=”_self” position=”left”]  Scarica locandina[/button-blue]

Logo Cai

Iscriviti allaNewsletter della Sezione

Iscriviti per ricevere le notizie dalla Sezione direttamente nella tua casella email. Non invieremo spam!

La tua iscrizione è avvenuta con successo!