Club Alpino Italiano - Sezione di Pistoia

Trekking urbano alla scoperta di Arezzo

Sabato 9 Aprile 2016 Trekking urbano ad Arezzo, un percorso alternativo che ci regalerà piacevoli sorprese, conducendoci attraverso i vicoli suggestivi e meno battuti della città

Leggi tutto...

Maggio: fine settimana sui Monti Liguri

21-22 Maggio: Giogo di Toirano – Rifugio Pian delle Bosse – Giogo di Toirano

ISCRIZIONI: il termine delle iscrizioni è prorogato al 1 maggio per permettere la prenotazione del rifugio nei tempi necessari (oltre questa data, le iscrizioni potranno essere accettate solo salvo la disponibilità del rifugio).

L’escursione si svolge nel bellissimo e suggestivo territorio dei Monti Liguri attraverso un percorso ad anello della durata di due giorni con partenza ed arrivo presso il Giogo di Toirano (800 m), valico delle Alpi Liguri situato nella provincia di Savona. Durante il percorso saremo accompagnati da soci della Sezione CAI di Loano.

PRIMO GIORNO

Dal Giogo di Toirano iniziamo l’escursione seguendo il tracciato dell’Alta Via dei Monti Liguri (tappa n. 13: Giogo di Toirano – Giogo di Giustenice), passando per le cime del Bric Pagliarina (1215 m) e del Monte Carmo di Loano (1389 m). Il Monte Carmo fa parte del Parco dell’Antola e vi convergono i confini di Liguria, Piemonte ed Emilia-Romagna. Con la sua mole massiccia e imponente, domina da notevole altezza il Finalese e i centri costieri di Pietra Ligure, Loano e Borghetto Santo Spirito; dalla sua cima è possibile godere di uno dei panorami più belli e vasti della Liguria, sulle cime delle Alpi Liguri e dell’arco alpino oltre, naturalmente, su quasi tutta la costa ligure e la Corsica. Questa è una zona di notevole interesse per la grande varietà del paesaggio, per la flora e per la presenza di caratteristiche costruzioni agricole (“caselle”).

Scavalcato il Monte Carmo, proseguiamo per il Giogo di Giustenice (1143) e quindi verso la località Pian delle Bosse, nel territorio del Comune di Pietra Ligure. Qui potremo cenare e pernottare presso il Rifugio “Pian delle Bosse” – CAI Loano (840m), posto tappa dell’Alta Via dei Monti Liguri, situato in posizione molto suggestiva con uno splendido panorama della costa.

SECONDO GIORNO

Il ritorno al Giogo di Toirano avviene riprendendo dal rifugio il cammino verso i prati di Peglia (909 m) e il Monte Varatella. Qui potremo osservare l’abbazia di San Pietro in Varatella, chiamata anche “ai Monti”. Considerato uno dei luoghi religiosi più antichi e importanti della val Varatella e del savonese, l’abbazia venne fondata in un periodo anteriore al Mille dall’Ordine dei monaci.

Prenotazioni: entro il 31 marzo per permettere la prenotazione del rifugio e dell’eventuale mezzo di trasporto nei tempi necessari.

Difficoltà: E
Tempi percorrenza: 4 ore primo giorno, 5 ore secondo giorno (escluse le soste)
Dislivello: +600 m primo giorno (7 km), +400 m secondo giorno (11 km)
Pranzi: al sacco
Soggiorno: cena, pernottamento e colazione presso rifugio CAI
Mezzo di trasporto: mezzi propri
Direttori: Emanuele Marraccini cell. 3496300602 / Giulia Giuntoli cell. 3403090349 – Rifugio “Pian delle Bosse” (CAI Loano)

Liguria: Deiva Marina – Bonassola

DOMENICA 3 aprile 2016 – Sentiero Verde Azzurro, CAI Sezione di Sampierdarena

Lasciata la stazione ferroviaria di Deiva Marina e attraversato il torrente omonimo, lo si risale in sponda sinistra idrografica, incontrando il sentiero sulla destra che sale abbastanza ripidamente. Il percorso si arrampica tra eriche e corbezzoli, avendo come punto di riferimento, nella parte alta, Casa Serra (quota 300 m) mentre la vista si apre sul mare e sulla costa tra Deiva e Moneglia.
Deiva M.-Bonassola2Proseguendo nella pineta, si arriva ad uno spazio attrezzato con tavoli da picnic, dal quale parte sulla destra il sentiero che in breve conduce alla piccola area botanica di Punta degli Appicchi che raccoglie piante tipiche del Monte Serro; un terrazzo permette  di avere una visione  suggestiva sulla morfologia di questo tratto di litorale, quasi a picco sul mare.
Ritornati sullo sterrato, si continua raggiungendo le frazioni di Framura, digradanti verso il mare. Si tocca così l’antico borgo di Setta, le poche case di Ravecca e infine l’altro borgo medioevale di Anzo. Ora, da Anzo, con il mare nuovamente vicino, si prosegue lasciando sotto di sé il caratteristico Porto Pidocchio di fronte allo Scoglio Ciamia, il più grande della Liguria, con la statua della Madonnina.
Attraversato un torrentello si riprende la salita sino a raggiungere la località di Salice  dove il sentiero, dopo un tratto pianeggiante, comincia a scendere arrivando alla Sella di Carpeneggio. Da qui, una strada cementata scende ripida su Bonassola; una diramazione sulla destra permette di raggiungere lo straordinario punto panoramico del “Salto della Lepre”, promontorio a picco sul mare sopra la Punta Monte Grosso. Ritornati all’incrocio, si riprende la strada asfaltata che in breve ci conduce a Bonassola.

 

[su_highlight background=”#6269f7″ color=”#ffffff”]Iscrizioni esclusivamente in Sezione il Martedì e Venerdì dale ore 21,30. Obbligatorio il versamento di un acconto di 10 €uro.[/su_highlight]

 

Ritrovo:        ore 6.15 Piazza Oplà
Partenza:       ore 6.30 con pullman
Difficoltà:     E
Tempi percorrenza:      ore  5.00
Dislivello:     480 m (salita/discesa)
Pranzo:         al sacco
Direttore:      Pacino Pacini   cell. 335 7014987
Coadiutore:     ASE Renzo Becagli cell. 329 2192248
Coadiutore:     Marco Dal Torrione cell. 328 7217673

Castel di Mura e le Antiche vie della Montagna Pistoiese

Domenica 20 Marzo – L’escursione si svolge nel territorio del Comune di San Marcello Pistoiese, attraverso un itinerario che permette di riscoprire i paesaggi culturali della nostra montagna, percorrendo a piedi il tracciato di una viabilità antica recentemente recuperata.

Leggi tutto...

Tre Architetture per un Millennio: La chiesa di Alvar Aalto, la Rocchetta Mattei, La Scola

Sabato 13 febbraio: Tre Architetture per un Millennio: La chiesa di Alvar Aalto, la Rocchetta Mattei, La Scola

La visita si svolge nella zona bolognese di Riola e ci guiderà Renzo Zagnoni, socio CAI di Porretta e principale storico studioso di storia di questo territorio.
In un territorio molto piccolo sono concentrate alcune architetture di grande fascino. Prima di tutto la chiesa di Santa Maria Assunta di Riola, che è l’unico edificio religioso progettato e realizzato in Europa occidentale da uno dei più importanti architetti del Novecento, il finlandese Alvar Aalto.

Il progetto risale al 1966 e la chiesa fu realizzata fra il 1977-78. Il secondo edificio, la Rocchetta Mattei, fu realizzato, a cominciare dal 1850, dal conte Cesare Mattei, inventore dell’Elettromeopatia, in tre diversi periodi e secondo tre diversi stili: neo-medievale, moresco e liberty.

L’ultima meraviglia è il borgo de La Scola, ancora ben conservato, costruito nella pietra arenaria del vicinissimo Montovolo. Qui potremo anche ammirare il bellissimo cipresso ultracentenario dichiarato monumento arboreo.

Partenza: da Piazza Oplà alle ore 07,00 con mezzi propri;

Difficoltà: T;

Dislivello: 00;

Pranzo: al sacco o, per chi vuole, in ristorantino

Tempi di percorrenza: 5 ore.

Direttori di escursione: Rita Becherucci Corrieri cell. 328 1521050

Coadiutore: Marzio Magnani cell. 333 7225206 / Luciana Pellegrini cell. 334 3295974

[foto: http://www.ideadue.net/]

Logo Cai

Iscriviti allaNewsletter della Sezione

Iscriviti per ricevere le notizie dalla Sezione direttamente nella tua casella email. Non invieremo spam!

La tua iscrizione è avvenuta con successo!